Fase di consegna del progetto

La “definition of done” è un problema di complessa risoluzione per molte aziende che si occupano dello sviluppo di un prodotto. Come sapere quando sono state sviluppate abbastanza features? Come sapere se il cliente, quando sveleremo il risultato di mesi di lavoro, penserà “Wow!” o “Oh-oh!”?

Attendere troppo tempo per consegnare valore ai propri clienti in un “big bang delivery” significa, oggi, non soltanto perdere vantaggio competitivo, ma anche deliberatamente perdere l’occasione di ricevere feedback e imparare come migliorare.

Le aziende raramente muoiono per essersi mosse troppo velocemente, ma spesso muoiono per essersi mosse troppo lentamente. (Reed Hastings, co-fondatore, presidente e CEO di Netflix)

Progettare in modo iterativo e incrementale, cercando di consegnare prima di tutto ciò che ha più valore e di farlo più spesso possibile.

Oggi esistono molte tecnologie capaci di favorire il rilascio di un prodotto software. Tra le quali ci sono:

DevOps

Questi cambiamenti di cultura e la disponibilità di nuovi strumenti hanno permesso sinergie di lavoro tra i team di sviluppo (Dev) e gli amministratori di sistema (Ops), incentrate sulla collaborazione finalizzata a rimuovere attriti e rischi e a stressare il processo di automatizzazione del delivery. Guadagnare tempo significa potersi concentrare su qualità e sicurezza, riducendo le rilavorazioni, la possibilità di errore e i tempi morti. Questo insieme di pratiche è comunemente chiamato DevOps.

DevOps non è un’alternativa all’agilità, ma ne è il naturale complemento. E non è destinato alle sole startup o multinazionali del software.


📚 Acquista anche tu il libro Agile company di Marco Dussin, Ivano Masiero


Questo articolo utilizza citazioni tratte dal libro “Agile company” di Marco Dussin, Ivano Masiero, editore EGEA (2 maggio 2019). Tali citazioni sono state rielaborate e adattate ai fini di argomentare sulle tematiche trattate nel libro rispettando la Legge sul Diritto d’Autore (la legge n. 633 del 1941) così da non rendere inutile la lettura del brano originale, anzi invogliando il lettore a tale lettura.